MODIFICHE AL VISTO PER VACANZE-LAVORO (SOTTOCLASSE 417) E NUOVO VISTO AG

MODIFICHE AL VISTO PER VACANZE-LAVORO (SOTTOCLASSE 417) E NUOVO VISTO AG

Scott Morrison e Boris Johnson si sono incontrati per finalizzare i dettagli su un accordo di libero scambio  tra Australia e Regno Unito. Tra le diverse tematiche analizzate e gli accordi raggiunti ci sono delle novita’ in tema di visti.

Età del visto di lavoro aumentata a 35 anni

I visti di lavoro saranno portati a tre anni e il limite di età per il Working holiday visa e’ stato spostato per gli inglesi da 30 a 35 anni.

L'Australia ha abbandonato la condizione secondo cui un cittadino britannico con un visto di lavoro Working holiday di 12 mesi puo’ estenderlo solo dopo aver fatto 88 giorni di lavoro nell’industria agraria ( farm).

In precedenza, se i britannici desideravano rimanere in Australia per un altro anno, dovevano svolgere 88 giorni di lavoro agricolo. Il limite di età per il visto per vacanze-lavoro è attualmente di 30 anni, ma sarà aumentato a 35 anni per i britannici (che verranno equiparati ai cittadini canadesi ed irlandesi). Sia gli australiani che i britannici avranno la possibilità di vivere e lavorare nei rispettivi paesi per un totale di 3 anni. Queste modifiche entreranno in vigore a metà del 2022. Tuttavia, non è stato detto esattamente quando l’Australia aprirà nuovamente i confini internazionali. Le frontiere avrebbero dovuto riaprire il 17 giugno 2021, ma il governo ha prorogato il periodo di emergenza della biosicurezza (in vigore dal 18 marzo 2020) fino al 17 settembre.

"Mentre il Regno Unito sta entrando in una generazione completamente nuova delle sue relazioni commerciali con il mondo, con chi meglio dell'Australia iniziare questo viaggio?" ha detto il Primo Ministro Morrison.

"Sarà più facile per i giovani britannici andare a lavorare in Australia, senza avere il tradizionale obbligo di dover andare a lavorare in una farm", ha ribadito Johnson.

"Le persone possono andare a lavorare molto più facilmente in Australia, in entrambi i modi, ci sarà lo scambio gratuito di rent-a-poms britannici e in effetti i responsabili delle campagne australiane verranno a lavorare in questo paese".

Questo annuncio arriva in un momento in cui l'industria agricola australiana sta lottando per attrarre lavoratori. Il settore faceva molto affidamento sui titolari di visti per vacanze-lavoro prima che il Covid-19 impedisse ai giovani ragazzi in possesso di un visto working holiday di entrare nel paese. In precedenza, fino al 70% della forza lavoro agricola proveniva dall'estero e questo includeva fino a 10.000 backpackers britannici.

Richiesta a lungo termine per visto specifico per AG

Questo ulteriore  visto sarà senza dubbio accolto con favore dal settore agricolo, che necessita di un visto specifico per l'agricoltura molto prima che il COVID-19 chiudesse i confini dell'Australia.

Ma gli agricoltori stavano cercando l'accesso a più lavoratori da tutto il mondo, oltre il Regno Unito.

Tra Australia e Regno Unito verrà istituito un nuovo visto specifico per l'agricoltura, che consentirà alle persone di lavorare nelle farm in entrambi i paesi

Lo stesso giorno, il Primo Ministro ad interim Michael McCormack ha annunciato un programma separato per consentire ai cittadini di 10 paesi dell'ASEAN (Thailandia, Cambogia, Myanmar, Filippine, Malesia, Laos, Vietnam, Singapore e Indonesia) di colmare la prevista carenza di manodopera.

Questo visto temporaneo si chiamerà visto per l'agricoltura. Secondo ABC News, non ci saranno limiti di età sul visto. Ma non è chiaro per quanto tempo sarà valido il visto AG o quando entrerà in vigore.

Non è stato menzionato se sarà richiesta la prova della vaccinazione per i partecipanti nell'ambito di entrambi i programmi.

Per maggiori informazioni contattare Comandini Migration allo 0499600707 o comandinimigration@gmail.com

Alessia Comandini Avvocato d’ Immigrazione