INDENNITA’ DI DISOCCUPAZIONE E TRASFERIMENTO ALL’ESTERO

INDENNITA’ DI DISOCCUPAZIONE E TRASFERIMENTO ALL’ESTERO

Per continuare a percepire la Naspi all'Estero bisogna seguire una determinata procedura: il beneficiario della prestazione di disoccupazione  che si reca in un altro Stato  alla ricerca di lavoro, infatti,  può conservare il diritto alle prestazioni  da parte dello Stato in cui ha prestato lavoro, per un massimo di sei mesi, a seconda dell’ente che la eroga.Il termine decorre dalla data di partenza.

Condizioni necessarie:

  • sei in stato di disoccupazione completa (non parziale o intermittente) e
  • hai diritto all'indennità di disoccupazione nel paese in cui hai perso il lavoro.

Prima di espatriare il beneficiario deve:

  • Essere iscritto da almeno 4 settimane nelle liste di disoccupazione/collocamento del Centro per l'Impiego del Paese in cui ha perso il lavoro (sono possibili eccezioni);l'Italia ha stabilito che, per esportare la prestazione di disoccupazione, è sufficiente che prima della partenza l'interessato sia stato iscritto almeno un giorno al centro per l'impiego.
  • Deve sottoporsi ai controlli e rispettare le condizioni previste dalla legislazione in materia vigente nello stato di arrivo.
  • Richiedere un modulo U2 (ex modulo E 303) – autorizzazione a trasferire l’indennità di disoccupazione – ai servizi nazionali per l’impiego. Deve essere quindi autorizzato dalle istituzioni a partire. L'autorizzazione è valida per un solo paese. Se il richiedente decidesse di trasferire l’ indennità di disoccupazione verso un altro paese, bisognerebbe richiedere un ulteriore modulo U2;
  • iscriversi come persona in cerca di lavoro presso i Servizi Nazionali Per L'impiego entro 7 giorni dalla data in cui decorre la revoca della disponibilità presso i servizi per l'impiego del paese proveniente.
  • presentare all'atto dell'iscrizione il modulo U2 (ex modulo E 303)
  • acconsentire a eventuali verifiche effettuate sui richiedenti nel paese ospitante, come se fosse un beneficiario di una indennità di disoccupazione da parte di tale paese.

Al completamento del suddetto procedimento è possibile ricevere lo stesso importo erogato al richiedente  prima di trasferirsi, il quale sarà versato direttamente sul conto bancario esistente nel paese di provenienza.

Per conservare il proprio diritto all’ indennita’ di disoccupazione e’ necessario fare ritorno nel paese erogatore prima della data di scadenza. 

Soggiorni all'estero superiori a 3 mesi :

Se si desidera rimanere all'estero per più di 3 mesi, bisogna chiedere un'estensione al servizio nazionale per l'impiego del paese erogatore. E’ possibile ottenere una proroga fino a  6 mesi. Non tutti i paesi concedono un'estensione.

La maggior parte dei paesi che concedono un'estensione esaminano le richieste sulla base di criteri precisi. Potrebbero, ad esempio, richiedere :

  • la prova degli sforzi compiuti per trovare un impiego nei primi 3 mesi;
  • la prova delle migliori possibilità di trovare lavoro all'estero durante il periodo aggiuntivo;
  • richiedere informazioni sulle opportunità professionali nel mercato del lavoro del paese ospitante.

Per maggiori informazioni non esitate a contattarmi su comandinimigration@gmail.com

or 0499600707.

Avvocato Alessia Comandini